Fake. Non è vero ma ci credo

13,50 

1 disponibili

IMPORTANTE! I prezzi sono iva compresa ed è destinata alla vendita al pubblico. Se l'acquisto viene fatta da una ditta è possibile richiedere la fattura, indicando, la partita iva e il Codice Univoco/ Pec in fase di acquisto.

local_shipping Spedizione prevista per il 28/09/2020


Il costo di spedizione è 8,90 euro per tutta Italia. Spedizione gratis a partire da 60€

In alcuni casi l'immagine del prodotto è puramente indicativa e potrebbe non rispecchiare appieno le caratteristiche estetiche dell'oggetto che verrà spedito.

Narrate davanti al caminetto, in un grande teatro o in un romanzo, quasi tutte le storie celano qualche menzogna. Esistono, però, bugie in grado di generare odio e dalle quali bisogna imparare a difendersi. È questo il caso delle “fake news”, le narrazioni truffaldine in grado di “menarci per il naso”, proprio come si fa con i bufali quando li si tira per l’anello. Le “bufale”, infatti, sono bugie insidiose e, al tempo stesso, molto seducenti. Talvolta si fanno beffa della nostra ingenuità. La maggior parte delle volte, però, possono essere molto pericolose. Se non vengono prontamente smascherate, sono in grado di modificare le nostre abitudini, di scompigliare i nostri progetti e, talvolta, di minare i più profondi convincimenti. Dal Medicine Show del Far West alla pubblicità comportamentale sul web, dalla propaganda nazista alle catene di sant’Antonio sui social media, questo libro indaga il rapporto tra verità e menzogna, provando ad aiutare i giovani lettori a orientarsi nella realtà. E magari a migliorarla. Il mostro di Lochness, le scie chimiche, i cerchi nel grano, le catene di sant’Antonio, la pubblicità comportamentale… In un mondo dove la comunicazione è velocissima e poco controllata, c’è sempre più bisogno di fare luce su molte falsificazioni che portano inevitabilmente al pregiudizio.

Età di lettura: da 13

 

Scrivici su Whatsapp